Links condivisione social
Centro Manoscritti

Convegno "Le difficoltà del romanzo. Rileggere Paolo Volponi" e mostra "Verticale del 1924"

15 e 16 febbraio 2024
Articolo aggiornato: 2 Febbraio 2024
Appunti di Paolo Volponi conservati presso il Centro Manoscritti UniPv
Crediti immagine
© Centro Manoscritti
Appunti di Paolo Volponi conservati presso il Centro Manoscritti UniPv.

Il 15 e 16 febbraio 2024 si terrà il convegno di studi dal titolo Le difficoltà del romanzo. Rileggere Paolo Volponi organizzato dal Centro Manoscritti dell’Università di Pavia in collaborazione con il Comitato Nazionale per il centenario Paolo Volponi, con l’Almo Collegio Borromeo di Pavia e con la Società per lo studio della modernità letteraria MOD.

Il giorno 15 febbraio il seminario avrà sede presso l’Aula Volta dell’Università di Pavia, mentre nella mattinata del giorno seguente i lavori continueranno nella Sala Bianca del Collegio Borromeo.

Alle giornate di studio, organizzate nell’ambito del programma annuale della MOD, parteciperanno alcuni tra i maggior studiosi di Volponi per ripercorrere, anche alla luce delle carte del Centro Manoscritti di Pavia e del fondo di Urbino, l’opera del grande scrittore a partire dai primi romanzi “industriali” sino alle sperimentazioni più complesse della maturità con riferimenti anche all’opera poetica.

In occasione del convegno sarà allestita presso la Sala delle Esposizioni temporanee del Museo per la Storia dell’Università una mostra dal titolo Verticale del 1924. Industria Scienza Letteratura. Volponi, Ottieri, Leonetti, Giuliani nelle carte del Centro Manoscritti dell’Università di Pavia, a cura di Nicoletta Trotta.

Sarà esposta una selezione di carte e foto dei quattro autori, Alfredo Giuliani, Francesco Leonetti, Ottiero Ottieri e Paolo Volponi: tutti nati nel 1924, hanno assistito negli anni della loro prima maturità alla rapida industrializzazione del Paese e al boom economico, alcuni coinvolti in prima persona nelle dinamiche della grande industria (Volponi e Ottieri ricoprirono posizioni importanti alla Olivetti, e il secondo anche alla Fiat), gli altri da osservatori esterni ma molto attenti (Leonetti con la rivista “Officina”, Giuliani con il Gruppo 63).

Dopo l’apertura in anteprima all’inizio dei lavori del convegno, il 15 febbraio ore14:30, seguirà un’inaugurazione il giorno 16 alle ore 17:30.

La mostra, con ingresso gratuito, sarà aperta fino al 14 aprile, secondo gli orari di apertura del Museo.