Links condivisione social
Biblioteca Universitaria di Pavia

Presentazione del libro "Frugando parole. Lingua e stile delle canzoni di Claudio Baglioni"

22 marzo 2024
Articolo aggiornato: 13 Marzo 2024
Biblioteca Universitaria Mappamondo

Venerdì 22 marzo 2024, alle ore 17:00, presso il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia (Corso Strada Nuova, 65), si terrà la presentazione del volume "Frugando parole. Lingua e stile delle canzoni di Claudio Baglioni" di Luca Bertoloni.

Emanuele Vicini dialoga con l’autore; interventi musicali di Matteo Zambuto.

Il libro è un viaggio all’interno di tutti i testi delle canzoni di Claudio Baglioni scandagliati nel loro carattere linguistico in termini sia diacronici, per coglierne le evoluzioni nel tempo, che sincronici, album per album, con focus su esempi significativi.

Emergerà un ritratto vivace di un autore a lungo escluso dal canone della canzone d’autore nazionale, mettendo a fuoco la sperimentazione di forme e modelli linguistici che hanno contributo a trasformare il canzonettese di classifica, sia avvicinandolo all’italiano di tutti giorni sia rendendolo più autonomo a livello formale.

Si farà cenno a molti dei modelli di riferimento del cantautore, come i poeti primo-novecenteschi, i prosatori neorealisti e soprattutto i rimandi ad altri media, come il cinema, che Baglioni piega a strumento di interpretazione della realtà ricreandone le modalità enunciative nella forma della canzone.

Luca Bertoloni, laureato in filologia all’Università di Pavia, si divide tra la cattedra di Italiano dell’Istituto di Siziano e la scrittura saggistica, disquisendo di tutti gli elementi che compongono il nostro immaginario.

Emanuele Vicini, già docente di Architettura e di Storia dell’arte, oltre che di scuola si occupa di arte in tutte le sue forme, non disdegnando interessi per un ampio ventaglio di generi musicali che vanno dall’opera lirica sino al pop d’autore.

Matteo Zambuto, trapiantato dalla terra di Sicilia, oltre a svolgere la missione pastorale di sacerdote a Borgarello, è animatore culturale, scrittore e musicista, con diversi scritti su musica, canzoni, giovani e fede.